Certificazioni

Da oltre 20 anni, la nostra azienda, si occupa della commercializzazione di biocombustibili derivati direttamente dalle biomasse.
La nostra consolidata esperienza di import-export da tutto il mondo è messa al servizio dei nostri clienti per esaurire ogni richiesta.
Il pellet è rigorosamente certificato ENplus A1 e A2 e confezionato in sacchi con marchi di nostra proprietà dai nostri partners europei.
L’alta qualità è garantita da nostri esperti che seguono tutta la filiera: dalla produzione alla consegna che è affidata ai migliori corrieri internazionali.

LA QUALITÀ E LE CERTIFICAZIONI DEL PELLET

Un pellet certificato risponde a parametri dettati dall’ente certificatore. La qualità e il tipo del pellet dipendono sia dalle materie prime che dalla tecnologia di produzione. Il pellet di legno con grande contenuto di corteccia ha normalmente un colore scuro, mentre il pellet prodotto con il legno scortecciato ha un colore chiaro. Per quanto riguarda il colore è di fondamentale importanza l’essiccazione: durante questo processo, per esempio, la segatura può un po’ abbrustolirsi e in questo caso cambiano il colore bianco con quello grigio. Ciò non influisce però sulle qualità di combustione del pellet quali energia calorifica, contenuto in ceneri, resistenza e abrasione.

Le normative di certificazione variano da paese a paese, un esempio:

Austria- ONORM 7135.
Germania – DIN 51731 e DIN plus.
Gran Bretagna – The British BioGen Code of Practice for biofuel (pellets)
StatiUnitid’America – Standard Regulations & Standards for Pellets in the US: The PFI (pellet)
Svizzera – SN 166000
Svezia – SS 187120

Attualmente in Ucraina e in Russia non esistono standard di qualità del pellet. Mancano anche, al livello legislativo, i requisiti, relativi alla certificazione obbligatoria dei prodotti simili. I produttori in Ucraina e in Russia si orientano principalmente sullo standard tedesco DIN plus. Dal 1 gennaio 2010 sono validi in Europa i nuovi standard di qualità dei granuli combustibili (EN 14961-2) che saranno confermati dal certificato internazionale EN plus.

ENPLUS

Il sistema di certificazione ENplus nasce nel 2011 grazie ad un accordo in ambito EPC (European Pellet Council) e gode quindi del sostegno di tutto il sistema produttivo europeo di pellet. Lo schema di certificazione è basato sulla norma EN 14961-2 ed ha l’obiettivo di diffondere in tutta Europa pellet di legno di qualità come fonte energetica per usi non industriali. Un vantaggio chiave della certificazione ENplus è che la qualità del pellet viene seguita lungo tutta la filiera, compresa la produzione, lo stoccaggio e il trasporto, fino al consumatore finale. Non solo pellet certificato La certificazione ENplus prevede un controllo anche dell’impianto di produzione e l’adozione di specifiche procedure che consentano di ottenere nel tempo un pellet sempre di alta qualità. Chi gestisce la certificazione? La certificazione ENplus è gestita direttamente dalle associazioni rappresentanti gli interessi del settore del pellet nel proprio paese, riunite nell’EPC creato all’interno di AEBIOM (European Biomass Association), proprietario della licenza per il marchio ENplus.

Non solo pellet certificato
La certificazione ENplus prevede un controllo anche dell’impianto di produzione e l’adozione di specifiche procedure che consentano di ottenere nel tempo un pellet sempre di alta qualità.

Chi gestisce la certificazione? 
La certificazione ENplus è gestita direttamente dalle associazioni rappresentanti gli interessi del settore del pellet nel proprio paese, riunite nell’EPC creato all’interno di AEBIOM (European Biomass Association), proprietario della licenza per il marchio ENplus.